ASSICURAZIONI

a cura di Giacomo Rustioni

Spero che questa rubrica diventi un luogo di scambio di informazioni e che venga vissuto come un

momento di riflessione su come poter affrontare con serenita’ qualsiasi cosa ci capiti con un occhio di riguardo per tutto quanto concerne prevenzione e benessere,  punti saldi per evitare di dover parlare di cure.

Mi pare ragionevole partire comunque da una panoramica sulle principali tematiche inerenti la questione che potremo approfondire meglio nei prossimi aggiornamenti.

 

Prima pero’, fedele al mio metodo alcune semplici spiacevoli verita’ sulle quali spesso si chiude

un occhio o della quali addirittura si preferisce negare l’esistenza ma con le quali e’ meglio fare i conti a  mentefredda:

 

- Una volta messo piede in Cina perdiamo il piu’ invidiato dei superpower italiani: l’assistenza

medica del servizio sanitario nazionale, si’ anche quella per le emergenze;

- Una volta che ci si e’ iscritti all’Albo Italiani Residenti all’Estero si perde anche l’assistenza in Italia dove resta solo il diritto alle cure d’emergenza;

- Il pagamento della social insurance da parte del datore di lavoro (pagamento che per altro a Shanghai non e’ obbligatorio) non modifica strutturalmente la situazione: che ci si rechi dal medico per l’influenza o si arrivi al pronto soccorso con una gamba rotta la prima fermata e’ alla cassa cosi’ nelle strutture locali come nelle scintillanti cliniche internazionali;

- Per tutti i motivi elencati sopra il sistema ospedaliero e’ eticamente compromesso, la prassi della sovraprescrizione di esami, medicine e trattamenti e’ divenuta un’abitudine consolidata, non e’ una cosa bella ma un fatto di cui essere informati per proteggere la nostra stessa salute.

 

Ne consegue che munirsi di uno strumento di protezione diventa e’ l’unico espediente ragionevole per evitare spiacevoli conseguenze, essere in grado di trovare tra la moltitudine di offerte una soluzione adeguata e’ la sola via per evitare guai e salvare il portafoglio.

 

Di seguito i primi spunti d’approfondimento che prevedo di preparare, siete tutti benvenuti a inviare idee o mandare le vostre domande:

 

1-    Prodotti disponibili

2-   Termini di sottoscrizione del contratto

3-   DBN che cosa e’? Come funziona?

4-   Come scegliere la struttura adatta

5-   Wellness Benefit e vaccinazioni, dove, come, quando?

6-   Evacuation: in italiano suona tanto male…. Cosa comprende questa voce?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In Cina sono presenti ormai quasi tutti i principali gruppi assicurativi internazionali. Per amore della precisione occorre pero’ dire che ogni contratto assicurativo siglato in Cina e’ emesso da una compagnia con licenza rilasciata dall’autorita’ di vigilanza locale, quindi, in ultima analisi da una compagnia cinese (il che non ha nulla di male ma e’ bene avere le idee chiare sullo stato delle cose). Questo aspetto e’ rilevante anche in tema fattura/fapiao…

 

Nonostante siano cosi’ numerose, tutti i prodotti disponibili sono riconducibili a 3 grandi categorie:

 

  1. Inpatient only Plan

  2. Inpatient and Outpatient plan

  3. Inpatient, Outpatient plan + Benefit opzionali

 

 

 

 

  1. Inpatient only Plan

 

  1. Inpatient and Outpatient plan

 

  1. Inpatient, Outpatient plan + Benefit opzionali

 

 

Sono coperte tutte le spese da ricovero, day hospital, Emergency Room, trasporti d'emergenza.

 

Sono coperte tutte le spese da ricovero, day hospital, Emergency Room, trasporti d'emergenza, le spese mediche per visite generiche/specialistiche, medicinali, test e terapie.

Sono coperte tutte le spese da ricovero, day hospital, Emergency Room, trasporti d'emergenza, le spese mediche per visite generiche/specialistiche, medicinali, test e terapie.

e/o

Spese medico dentistiche

e/o

Checkup/ Vaccinazioni

e/o

Spese di gravidanza e maternita’

 

 

 

Nel dettaglio possiamo rilevare la differente ampiezza della copertura.

Noteremo per prima cosa che la discriminante principale tra 1 e 2 sta nel fatto che 1 include esclusivamente i costi sostenuti in caso di ricovero mentre 2 include anche le spese mediche per visite ambulatoriali , dalla  generica visita che eravamo abituati a fare dal medico di famiglia alla visita specialistica e a larga parte dei costi a esse collegate (medicine prescritte, esami, trattamenti).

Questa componente (outpatient) viene gestita in modo differente dalle diverse compagnie (tema che sara’ oggetto della prossima pillola informativa), resta il fatto che spannometricamente i piani che includono anche outpatient costano circa il doppio dei corrispondenti inpatient only plan.

Il terzo gruppo e’ composto da quei piani che a tutto quanto previsto dal 2- IP+OP plan, aggiungono dei benefits come le spese dentistiche, i check-up e le vaccinazioni o la copertura delle spese di maternita’. Questi benefits vengono combinati diversamente, in alcuni casi in modo flessibile in altri meno.

 

Certo queste non sono le uniche variabili che differenziano le varie polizze, anche l’area geografica svolge un ruolo importante; quasi tutte le compagnie offrono China Mainland, Greater China, Worldwide excluding USA, Worldwide, di recente e’ disponibile anche l’area Asia.

 

Alla luce di quanto sopra possiamo quindi elencare le variabili che influenzano e definiscono il premio:

 

  • Eta’ dell’assicurato

  • Ampiezza della copertura assicurativa

  • Area Geografica inclusa

 

Speranzoso come sempre di aver contribuito a chiarire le idee in tema, vi saluto e vi ricordo che il prossimo appuntamento sara’ dedicato a capire un po’ meglio come funziona una polizza e quali sono gli aspetti da valutare piu’ attentamente.

I PRODOTTI

a cura di Giacomo Rustioni 31/10/2016